Blog

Giornata Mondiale della Salute

Mai come quest’anno sentiamo tutti quanti il bisogno di ringraziare il personale medico e sanitario di tutti i nostri ospedali, da Milano a Palermo passando per Bergamo senza dimenticarci anche i più piccoli comuni e comunità.
Dobbiamo essere grati per lo sforzo che stanno facendo nella lotta contro il Coronavirus.
Noi di Fonte di Speranza abbiamo l’onore di conoscere molti medici e sappiamo dello sforzo che fanno ogni giorno per combattere malattie gravi sia in Italia che nei paesi dove siamo presenti con i nostri progetti. Sappiamo che il loro lavoro non si ferma mai ora in Italia, ma da sempre in Congo, in Sierra Leone, in India e in tutti gli altri paesi dove la sanità non è nemmeno lontanamente un diritto e neppure un certezza.
Dove, ancora nel 2020, si muore per un “banale” morbillo, dove bambini rischiano la morte per una dissenteria o madri muoiono di parto.

Il loro lavoro non può mai fermarsi.
E anche il nostro sostegno deve continuare per trovare una soluzione per ogni caso che non può essere curato con le prestazioni sanitarie presenti in quei paesi perché non possiamo abbandonarli a loro stessi.

Ogni vita è importante e ogni minuto conta.
Ecco perché non possiamo fermare il nostro sostegno.

In foto: personale sanitario del Centro Medico di Moba (Rep. Dem. Congo)

In momenti come questo è più importante che mai sostenere il loro lavoro perché dal loro impegno dipende la lotta anche contro Coronavirus in Africa perché, come stiamo vedendo in questi giorni, il virus non si fermerà ai loro confini.

Espansione del virus (agg. 06/04/2020)

Qualche giorno fa il nostro amico Peter Bayuku Konteh, Ambrogino d’oro e milanese d’adozione, ma originario della Sierra Leone dove è tornato nel 2014 per curare l’Ebola, ci ha incoraggiato ricordandoci lo sforzo che tutti noi di Fonte di Speranza abbiamo fatto insieme a lui per sensibilizzare e proteggere gli abitanti della regione di Kabala contro il terribile virus dell’epoca…l’Ebola appunto.

I nostri medici in Rep.Dem. Congo e in Sierra Leone hanno bisogno di te, scegli di continuare a sostenerci e di restare al nostro fianco anche ora, abbiamo bisogno del tuo aiuto ora più che mai.

Restiamo uniti sempre, fiduciosi che tutto andrà bene.

Commenta