€0,00 donated
0 Donors

Come potete leggere anche nel nostro blog (LEGGI), quest’estate è stato fatto un importante passo per portare momenti di serenità e di fratellanza a Moba (R.D. del Congo) grazie agli amici dell’Associazione Rugby Lainate e all’Associazione Ami.Mo Moba di Jean Marie Katenthu.

Già dal 2007 siamo attivi a Moba con il centro medico che è un punto di riferimento per tutta la regione di Kalemie e per la popolazione.
Con il prezioso sostegno dell’Associazione Rugby Lainate abbiamo lo scopo di organizzare e sviluppare la pratica del rugby non limitandoci alla mera pratica sportiva, ma trasferendo i valori distintivi di questa disciplina: sostegno, fratellanza e spirito di sacrificio che porta al raggiungimento di obiettivi comuni.

PERCHÉ IL RUGBY

Mandela nel ’95 è riuscito ad unire un paese diviso da decenni di discriminazione razziale, sociale e di ceto facendo giocare nella stessa squadra bianchi e neri. È riuscito a trasferire il valore che non conta chi sei, di che colore sei, ma solo quello che sei disposto a dare per raggiungere la tua (nostra) “meta”. In questo senso lo sport in genere, il rugby in particolare offre l’occasione di riscatto sociale, un modo per  andare oltre le barriere precostituite e per trovare la forza di superare le barriere che la società impone specialmente in un paese devastato come il Congo.

BENEFICI PER I BAMBINI

I bambini devono recuperare la libertà di poter giocare e imparare delle nuove regole, sviluppare il linguaggio e le capacità analitiche e decisionali. I genitori, i parenti, gli allenatori svolgono un ruolo fondamentale nel far sì che il gioco diventi parte dell’apprendimento e dello sviluppo del bambino diventando figure di riferimento per la loro educazione.

Il ns. sforzo è quello di far comprendere e dimostrare che nella vita, la loro, non c’è e non ci sarà solo guerra e discriminazioni ma anche un modo diverso di vivere che lo sport, di qualsiasi tipo si parli, ha nei valori di uguaglianza, fratellanza e rispetto le basi su cui costruire una società che integra al suo interno tutte le diverse realtà presenti nel territorio.

I RISULTATI ATTESI

Lo sport è un modo efficace di raggiungere tutti i bambini, anche quelli emarginati ed esposti a discriminazioni, come gli orfani, i bambini con problemi mentali e fisici, quelli che vivono o lavorano in strada, gli ex bambini soldato, quelli soggetti a sfruttamento sessuale e i bambini delle comunità indigene.

Per il nostro progetto sono previsti: 300 bambini tra i 6 e i 14 anni – no distinzione sesso, indicativamente sono 70% bambini e 30% bambine – inclusione delle minoranze (coloro che sono dovuti scappare e lasciare i loro villaggi durante le varie guerre che ci sono state e che ancora ci sono in Congo)

  • 10% bambini ex-soldato con disabilità
  • 15% profughi
  • 25% orfani
  • 100% bambini disagiati

AIUTACI ANCHE TU A PORTARE IL RUGBY A MOBA

 

> Scarica la scheda tecnica del progetto

> Guarda il video di presentazione del progetto

> Leggi la rassegna stampa