Blog

Un Natale vero da Padre Querzani in Congo

COME SUA CONSUETUDINE ANCHE QUEST’ANNO PADRE QUERZANI CI HA INVIATO IMMAGINI E PENSIERI SU UN GIORNO SPENSIERATO DEI SUOI BAMBINI A BUKAVU

Anche quest’anno il Natale in Congo è costellato di violenze e soprusi. Come avrete letto sugli organi di stampa continuano infatti omicidi e violenze efferate specialmente delle province del nord e sud Kivu già martoriate dall’epidemia di Ebola.

Fortunatamente però per molti bambini e le loro famiglie di Bukavu Padre Querzani e mamma Merida riescono a far sentire affetto e la vera gioia del Natale.

Chi è per noi

Padre Giovanni Querzani

Originario di Brisighella, è stato ordinato sacerdote nel 1968. Dopo aver conseguito un diploma in Belgio in medicina tropicale, è partito per il Congo dove da decenni si occupa dei bambini e delle loro mamme. Opera nella zona di Bukavu, vicino al confine col Rwanda, dove ha messo in piedi una serie di iniziative sanitarie e di sviluppo economico per aiutare le persone più in difficoltà a rimettersi in piedi.

L’incontro con Fonte di Speranza avviene nel 2006 e da allora, grazie ai nostri sostenitori, lo supportiamo in moltissime attività: il centro nutrizionale per bambini colpiti da malnutrizione; la casa famiglia Tupendane; il Centro Sociale Tusaidiane per l’insegnamento del taglio e cucito a mamme con bimbi malnutriti;la costruzione di casette per chi non ha accesso nemmeno a una capanna.

Come ogni anno, vi riportiamo la lettera di Padre Querzani

Carissimi AMICI e BENEFATTORI,
nonostante i tanti problemi che angustiano la nostra gente nella loro situazione di povertà, abbiamo trascorso un NATALE “superlativo”!  E non poteva che essere altrimenti, perché in questa gente semplice, sia pur in mezzo a tante angustie, la fede c’è ancora e,  anche quando si fosse assopita, non è così difficile ridarle vigore.

Il Natale esercita su tutti un fascino speciale, perché esprime in maniera concreta il mistero incredibile dell’Amore senza limiti di Dio per l’umanità.

La nostra ampia cappella domenicale, che nei giorni feriali funge da spazio per i giochi dei bambini, era gremita di gente. Tantissimi i bambini, quelli che sono o sono stati assistiti nella nostra Casa-Famiglia e gli alunni della nostra Scuola di Recupero del Centro Sociale di Cimpunda.

E anche parecchi genitori.  Nonostante risiedano quasi tutti in quartieri molto distanti, ogni domenica vengono a partecipare alla Messa e non potevano certo mancare il giorno di Natale.

Per me è una grande gioia che mi commuove e da senso e valore a tutta l’attività sociale che svolgiamo a loro favore.

I nostri bambini della Casa-Famiglia, guidati da mamma MERIDA, avevano preparato il PRESEPIO VIVENTE presentando, dopo la lettura del Vangelo, le principali scene della nascita di Gesù. Tutti  seguivano con  tenerezza e ammirata attenzione.

La Messa di Natale 2019

Il presepe vivente 2019

Dopo la celebrazione della Messa, come espressione della fraternità che scaturisce dal Natale, tutti hanno partecipato al pranzo comunitario: gli alunni della nostra Scuola di Recupero e i bambini che sono o furono ospiti della Casa-Famiglia.

Il pranzo di Natale 2019

Scene di teatro

Questo santo Natale ha lasciato un’impronta nel cuore di tutti, è stato un momento di pace, di serenità e di fraternità nel quale l’incubo quotidiano della povertà e della fame ha lasciato spazio alla gioia e a una spontanea esultanza.

Nella nostra preghiera vi abbiamo ricordato tutti con sincera riconoscenza e con voi anche quelle persone congolesi generose le quali, ammirate e sensibili davanti al lavoro che stiamo conducendo, hanno voluto, in occasione di queste feste natalizie, esprimere il loro sostegno portandoci piccoli doni.

A tutti auguriamo di cuore un ANNO NUOVO prospero, sereno e ricco di bene.

Padre Giovanni Querzani
Missionario a Bukavu (R.D.Congo)

Dai speranza a

Commenta